Legatoria_logo_colore2

astuccioLookBook

Rilegatura Giapponese


Tradizione vuole che la carta sia stata  prodotta per la prima volta nel 105 d.C. da Cai Lun, un eunuco della corte cinese. La materia prima era costituita da fibre vegetali come la corteccia di gelso, la canapa, il lino ecc… La più antica carta conosciuta di cui ci sia pervenuto un campione fu fabbricata con stracci intorno al 150. Per altri cinquecento anni circa, l’arte della fabbricazione della carta fu confinata in Cina, ma nel 610 fu introdotta in Giappone e proprio qui si iniziò ad usarla sia per l’interno che per il rivestimento dei libri. Sia la coperta che i fogli venivano forati e, con un sistema di spaghi che attraversava l’intero spessore, venivano tenuti insieme. Questa è l’origine della LEGATURA GIAPPONESE, che nei secoli si è evoluta proponendo molte varianti di foratura e di passaggio dei cordoni, ma che resta un sistema semplice ed elegante per rilegare i volumi.
La Legatoria Moderna, utilizzando accorgimenti funzionali, quali la cordonatura o i rivestimenti in tela per i punti di snodo, realizza album, diari e varie tipologie di volumi con legatura giapponese.

 

L’album con astuccio, realizzato con legatura giapponese, è stato rivestito con la stampa di una foto che è stata riproposta anche sull’astuccio contenitore in modo da creare un effetto coordinato. In particolare si trattava dell’ingrandimento di un particolare della volta della chiesa in cui si erano sposati i committenti, dunque il contenitore delle loro foto riproponeva gli affreschi del “contenitore” del loro giorno più bello. (Foto realizzata da Matteo Lavazza Seranto)

Il libro catalogo nero mostra bene quanto risalto possa dare una semplice rilegatura giapponese, realizzata con cordone a coda di topo in colore a contrasto, ad un semplice volume con copertina in cartoncino nero.

 

Eva crea prodotti “su misura” per il Vostro stile e le Vostre esigenze….
dalla Vostra idea potremo far nascere il prodotto esclusivo per Voi.